• La Voce Del Crespi

Correre... destinazione paradiso!

Non ce ne rendiamo conto ma le eccellenze della nostra scuola non si identificano solamente nel loro percorso scolastico. C’è chi per esempio raggiunge obiettivi a livello sportivo, inauditi e contro ogni aspettativa. Samuele Siena è uno di loro. Lo sport l’ha portato lontano, fino ad arrivare sul tetto d’Italia e conquistare una medaglia che ripaga tutti quanti i sacrifici e gli sforzi fatti. E ti dona gioia infinita.


Lo sport è emozione, lo sport va vissuto. Samuele ricorda bene le emozioni che contraddistinsero la sua gara nazionale di atletica. “Mi mancava una siepe da saltare, guardai indietro: dovevo dare tutto e dovevo farlo per tutti coloro che mi hanno sempre sostenuto.” La siepe era solo l’ultima degli ostacoli da superare per raggiungere la gioia. Un boato accompagna l’arrivo di Samuele. Nessuno lo può fermare, nemmeno la stanchezza che, maligna, tenta di arrestare le sue gambe. “Sono stato travolto da uno tsunami di persone, tutte erano emozionate. La cosa più bella sono stati i loro complimenti post-gara. Provavano ciò che ho provato io in quegli ultimi metri.” Tu chiamale se vuoi emozioni…


Ma il trionfo, a questi livelli, non può mai essere messo sul piano della casualità: l’allenamento è qualcosa di fondamentale, come fosse un cammino preparatorio per raggiungere un obiettivo, che nemmeno Samuele si immaginava. “Se penso a qualche anno fa, non mi sarei mai immaginato di poter raggiungere certi livelli.” Alle volte le aspettative, deludono. Samuele non si è mai montato la testa, ha sempre lavorato sodo, seguendo in consigli del suo allenatore. “Senza di lui probabilmente non sarei mai arrivato a questo livello, anche dopo le vittorie a livello regionale, mi ha sempre ricordato di tenere i piedi per terra.” Le persone, quindi, sono guide fondamentali lungo qualsiasi cammino: la loro esperienza, i loro insegnamenti, gli svariati consigli sono un bagaglio fondamentale, che non può essere lasciato a casa


Samuele però non vive solo di sport, con la Scuola che gioca il ruolo più importante nella sua vita, come in quella di qualsiasi adolescente. “E’ stato difficile far collimare le richieste scolastiche con quelle sportive.” Samuele frequenta la 3BSU e si è trovato molte volte a dover studiare in macchina mentre andava alla gara.

La passione l’ha portato lontano. Samuele sente ancora il boato che lo aspetta all'arrivo. Sa però che dovrà continuare a correre, verso la prossima meta. Destinazione paradiso…


Antonio Catalano




0 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now